Portishead, "Third"


"Third" (2008) è il terzo studio album del trio di Bristol.

Aure più sinistre in luogo delle foschie dell'atmosfera che fu, seguendo quella rotta verso l'oscurità che, se vogliamo, ebbe già i suoi presagi nell'omonimo disco del 1997. Svincolatisi da canonici schemi ritmici, i #Portishead si muovono in campo aperto, cambiando repentinamente mood anche all'interno degli stessi brani.

Così "The Rip" si trasforma in un crescendo strumentale per tastiere vintage dopo che la melodia vocale indugia su stili musicali prossimi a Enya. 

"Third" può essere definito tutto fuorché accessibile a tutti, con tutte le incognite del caso. "The Rip" si evolve in un crescendo di morbide tastiere un delicato arpeggio bucolico. La stupenda voce in apnea di Beth Gibbons rimane il marchio di fabbrica, le trame inedite del deus-ex-machina Geoff Barrow e di Adrian Utley alla chitarra fanno di questo disco un lavoro complesso. 

Un disco spiazzante per gli estimatori, che sfocia nelle cupe acque dark\industriali dell'iconografico sound del trio di Bristol. Vero, un disco non di facile accesso, ma di un fascino estremo ed unico.