The Night Crawless, i lombrichi del grunge rock


LOST PEARLS (Usa)

Siamo all'archeologia della musica pop rock. Se nei primi anni '60 la Gran Bretagna subì la cosiddetta blues invasion, nella seconda metà di quel decennio gli Stati Uniti conobbero invece la beat invasion

I Byrds e i Beau Brummels furono i complessi più famosi, il primo soprattutto, a sentire l'influenza della cultura musicale britannica. Ma accanto a questi gruppi maggiori ne sorsero decine di altri. Piccoli complessi che realizzarono nella migliore delle ipotesi uno o due LP, ma generalmente la maggior parte di questi non andarono oltre la manciata di 45 giri. 



I Nightcrawlers realizzarono questo simpatico brano nell'estate del 1965. Fu uno dei cosiddetti brani tormentone in Florida, Stato di provenienza del quartetto. Infatti il gruppo non superò mai i confini regionali. Eppure questo brano ebbe una sorta di fama postuma, poiché alla fine degli anni '80 venne ripubblicato in "Nuggets", una famosissima compilation di brani dei gruppi minori dei Sixties che ebbe enorme successo di vendite. 

Il pezzo tornato quindi a nuova fama finalmente al di fuori dei confini regionali venne anche coverizzato da diverse band di grunge e garage rock. 

In effetti la musica dei Nightcrawlers era una sorta di beat garage del tempo. Autori di brani piacevoli senza particolari pretese, ma con un sound che ancora oggi mantiene una vitale carica espressiva. 

Dopo la pubblicazione del loro unico LP i Nightcrawlers continuarono ad esibirsi in piccoli circuiti musicali regionali fino al 1970, anno in cui si sciolsero e i componenti fecero perdere le loro tracce.

di Alessandro Bario